Consumi mediali estivi

📚 Sto progressivamente abbandonando l’utilizzo dell’iPad prima di chiudere gli occhi e addormentarmi. Il motivo principale è proprio perché non riesco a prendere sonno. Ormai soltanto leggendo qualche riga su Kindle riesco a cadere in catalessi senza dover ricorrere alla melatonina.

A tal proposito, vi consiglio Spigole di Tito Faraci di cui ho letto qualche decina di pagine, sembra molto divertente e stilisticamente graffiante. Non vedo l’ora di procedere con la lettura. Prima di partire per le ferie magari vi lascio qualche consiglio di lettura estivo.

📼E visto che siamo in vena di consigli su come passare il tempo libero vi consiglio anche la serie tv Workin’ Moms. Produzione canadese, leggera e con tanto humour, affronta i problemi quotidiani dei neo-genitori che cercano di affrontare la vita nel migliore dei modi.

🎥 A proposito, unendo i due argomenti, ieri sera, mentre cercavo di prendere sonno finendo le ultime pagine di Dieci splendidi oggetti morti di Massimo, accompagnato da una leggera brezza origliavo la conviviale cena all’aperto dei vicini della palazzina di fronte. Sembravano dentro un film di Paolo Genovese e pur non comprendendo appieno l’oggetto delle loro discussioni avevo la sensazione conversassero sui piccoli problemi della vita facendoli apparire come fisica nucleare applicata alla cibo appena consumato.

Non so dire bene se li ho invidiati, vedendomi tra qualche anno a fare la stessa cosa, oppure se ho cercato di ricacciare nella mia mente quella fotografia serale dicendo a me stesso che non desidero realmente una situazione simile a quella. Una cosa è certa, avrei voluto avere a disposizione una telecamera e riprendere tutto, forse avrei vinto qualche premio a Venezia o Cannes.