Dove siete finiti?

Tra i dettagli a rendere interessante The Batman ai miei occhi c’è stato il meccanismo circolare del diario scritto (e letto) da Bruce Wayne all’inizio e alla fine del film.

Un’escamotage per condurci dentro il suo stato d’animo. Diventato pubblico e voce narrante. Un’analisi psicologica della sua dualità, confluita nello stesso uomo, espressa con l’unico scopo di dare qualcosa di se stesso alla comunità. La vendetta nei confronti dell’impunito.

Il suo blog personale. Niente di più niente di meno. Nel fare questa associazione ho pensato immediatamente a un’altra ricorrenza rispetto a questi due anni appena trascorsi. Prima del crescendo della pandemia Covid-19 c’è stato un momento in cui in tanti hanno rimesso mano al proprio blog qui in Italia. Marco l’ha chiamata la new wave italiana della blogosfera.

Ecco mi domandavo, dove siete finiti tutti?
Aspiranti scrittori o meno. Avete un taccuino su cui scrivete i vostri pensieri? Lo fate altrove? Siete stati soggiogati dal potere dei social media? Avete perduto lo stimolo di farlo?